image image image image image image
Il Parco

IL PARCO

Il Parco della Cavallera è un Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) di recente riconoscimento (delibera di Consiglio Provinciale n° 222 del 30/03/2009) che ha tra i suoi temi dominanti una serie di azioni e obbiettivi volti alla:


  • ricomposizione dello spazio agricolo;
  • ricostruzione del paesaggio e degli aspetti ecologici dei collegamenti con le limitrofe aree naturali protette della Valle del Lambro e del Molgora,
  • valorizzazione del patrimonio storico rurale.

 

I Parchi Locali di Interesse Sovracomunale (PLIS) sono parchi che nascono dalla decisione autonoma dei singoli Comuni. Essi rivestono una grande importanza strategica nella politica di tutela e riqualificazione del territorio, inquadrandosi come elementi di connessione e integrazione tra il sistema del verde urbano e quello delle aree protette di interesse regionale, e permettendo la tutela di vaste aree a vocazione agricola, il recupero di aree degradate urbane, la conservazione della biodiversità la creazione di corridoi ecologici e la valorizzazione del paesaggio tradizionale. Si tratta di parchi di dimensioni minori rispetto ai parchi regionali, ma questo non significa che offrano meno opportunità per visitatori curiosi, appassionati di natura e cittadini dell'area metropolitana.


Il Parco della Cavallera

  • a) approva il Programma Pluriennale degli Interventi (PPI);
  • b) propone ai Comuni l'aggiornamento degli strumenti di pianificazione relativamente al parco e il piano attuativo;
  • c) assume i necessari provvedimenti di programmazione e gestione economico-finanziaria e, qualora non vi sia tenuto per legge, predispone e approva comunque un apposito bilancio di previsione;[/dropcap]
  • d) approva uno o più regolamenti del parco sia rivolti ai proprietari delle aree che ai fruitori;
  • e) assicura servizi di informazione, di promozione del parco e di   educazione   ambientale,   con   particolare   riferimento   alle scuole;
  • f) sviluppa forme di collaborazione con:

● gli  agricoltori,  per  mantenere  o  reintrodurre  le  colture

● tradizionali  e/o  biologiche,  promuovere  i  prodotti  tipici

● locali, fornendo un supporto tecnico ed economico;

● gli enti e i privati, anche tramite convenzioni, per favorire

● la fruizione pubblica delle aree;

● i Comuni confinanti per l'estensione territoriale del parco;

  • g) può avvalersi di un comitato tecnico-scientifico consultivo;
  • h) rendiconta annualmente alla Provincia, presso la Direzione responsabile  dei  Parchi,  i  principali  dati  economici, finanziari e sociali che hanno caratterizzato l'esercizio trascorso, secondo modelli  predisposti  dalla  Provincia  stessa;  tale  rendicontazione deve essere trasmessa entro il 28 febbraio di ogni anno;
  • i) rendiconta analiticamente, in base alle prescrizioni determinate dalla Provincia, gli atti di spesa dei contributi in conto capitale assegnati dalla stessa.


Sede Parco: c/o Comune di Vimercate
Piazza Unità d'Italia,1 | 20059 Vimercate (MB) | Tel 039-66.59.1 | Fax 039-608.40.44  |  info@parcodellacavallera.it